Ha lottato per la vita  da sabato fino a questa mattina poi, Giovanni Iannelli ha perso la sua battaglia.

Pochi metri prima del traguardo

Giovanni Iannelli, 22 anni il ciclista di Prato che vestiva la maglia della Hato, era stato coinvolto nella caduta verificatasi nel pomeriggio di  sabato 5 ottobre 2019 durante la volata della quinta e ultima gara del Trofeo Bassa Valle Scrivia a Molino dei Torti.

Iannelli, noto nel mondo ciclistico toscano anche perchè  figlio del vicepresidente del Comitato regionale della Federazione ciclistica italiana Carlo Iannelli, quando si trovava a poco più di in centinaio di metri dal traguardo è finito sul selciato.

Caduto durante la volata

Il gruppo di testa si sarebbe spostato bruscamente per trovare la traiettoria corretta. Nel tentativo di  scansarsi Iannelli, è finito contro un parapetto di cemento. Il giovane ha battuto la testa violentemente, tanto che l’impatto ha provocato la rottura del casco. Immediati i soccorsi e il trasorto in elisoccorso ad Alessandria. Le sue condizioni rimangono stabili ma molto gravi.

Leggi anche:  Giro d’Italia 2020, le ultime pedalate parleranno piemontese

Mai ripreso dal coma

Il giovane ciclista non si era mai rtipreso dal coma. Toppo violento il trauma riportato nell’urto contro il parapetto. Vani i tentativi dei medici dell’Ospedale di Aledsandria. Nella mattinata di oggi lunedì 7 ottobre 2019 le complicazioni hanno avuto il sopravvento.