Anche quest’anno verrà applicato da parte del Comune di Acqui Terme il Codice Etico per la nomina degli scrutatori.

Nomina degli scrutatori

I criteri di selezione dell’Albo degli scrutatori sono entrati in vigore a gennaio 2018 su spinta dell’Amministrazione Lucchini.

“Si tratta di una scelta politica – ha dichiarato il sindaco Lorenzo Lucchini – che mira a offrire un’opportunità a chi ne ha realmente bisogno. Stiamo dando priorità ai disoccupati e ai senza reddito, ai giovani studenti e alle categorie meno abbienti attraverso un sistema semplice e trasparente per la nomina degli scrutatori di seggio elettorale. Questa è la trasparenza che avvicina il cittadino alle istituzioni”.

Come avverrà la selezione

La selezione sarà effettuata tenendo conto dello stato di occupazione e della situazione economica dell’interessato. La graduatoria per selezionare gli scrutatori sarà determinata da un punteggio. Sarà riservato il 60% dei posti alle fasce più bisognose.

La domanda di partecipazione dovrà essere presentata entro e non oltre la prima settimana di maggio 2019 tramite consegna cartacea all’Ufficio Elettorale del Comune di Acqui Terme in piazza Levi n° 12; a mezzo servizio postale con raccomandata A/R indirizzata alla Commissione Elettorale del Comune di Acqui Terme – piazza Levi n° 12.

Leggi anche:  Crisi di Governo: tanti provvedimenti al palo, non l’educazione civica

Alla domanda dovrà essere allegata la dichiarazione Isee in corso di validità (quest’ultima non costituisce requisito di ammissibilità alla procedura ma elemento essenziale per l’eventuale attribuzione degli ulteriori punteggi previsti dall’avviso pubblico), nonché copia fotostatica del documento di identità in corso di validità. Non saranno ammesse le domande pervenute oltre i termini o prive della sottoscrizione e dell’allegato documento di identità valido del candidato.