Durante un’intervista a Radio Anch’io di RadioUno Rai in onda stamattina 6 novembre 2019 il il procuratore capo di Alessandria  Enrico Cieri ha fatto il punto delle indagini.

Procedimento contro ignoti

“Al momento non ci sono indagati e il procedimento è contro ignoti – ha dichiarato-. I carabinieri hanno iniziato ad ascoltare le persone che possono fornire elementi importanti all’indagine. Tutte le informazioni acquisite dovranno poi ottenere il riscontro di dati oggettivi per trarre qualche indicazione operativa. Prima cosa bonificare il luogo de metterlo in sicurezza e vedere quali altri reperti si possono acquisire, in particolare verificare l’esistenza di altre bombole. Procediamo per due reati: crollo doloso e omicidio plurimo doloso, perché riteniamo che chi ha provocato la morte dei nostri eroi l’aveva messo in conto. Sappiamo che c’è stato un crollo doloso, premeditato, c’è stata un’intenzione consapevole di determinare quel crollo. Le modalità sono note, ma c’è un’intera ala di questo edificio completamente scavata e occorre verificare se lì c’erano altre bombole e altri timer”.

Leggi anche:  L'ultimo abbraccio agli eroi di Quargnento

LEGGI ANCHE: Trovati timer e inneschi nella cascina della tragedia a Quargnento

LEGGI ANCHE: Due esplosioni e crolla una casa, morti tre Vigili del fuoco