La maxi operazione “Mensa dei poveri” sta facendo tremare i piani alti della politica e dell’imprenditoria fra Lombardia e Piemonte. Andrea Ormelli, classe 1965, residente a Monleale, in provincia di Alessandria, risulta indagato.

L’avvio dell’indagine

Nell’inchiesta il nome dell’alessandrino è collegato a quello di Renato Napoli, presidente del consiglio di amministrazione di una società con sede a Novate Milanese, specializzata nella gestione di commesse pubbliche e private relative al trasporto di inerti alla realizzazione di gasdotti, acquedotti e fognature nonché di pavimentazioni speciali e arredo urbano.

Le accuse

In fase processuale bisognerà accertare se Ormelli, dipendente della stessa società, e Napoli si interfacciavano illecitamente con referenti di imprese pubbliche quali Metropolitane Milanesi e A2A  per agevolazioni in gare d’appalto.

LEGGI ANCHE:  ‘ndrangheta e corruzione, arresti anche ad Alessandria