Erano da poco trascorse le 12.30 di sabato 8 giugno 2019 quando, la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Alessandria riceveva una richiesta di aiuto per una rapina in corso in piazzale Curiel perpetrata da parte di un cittadino di origine nord africana.

Fermato e portato in caserma

Proprio in quel momento una gazzella del Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Alessandria che stava pattugliando l’area, ricevuta la comunicazione, attraversava i giardini pubblici imbattendosi in un giovane corrispondente alla descrizione del rapinatore il quale, accortosi del sopraggiungere dei Carabinieri, tentava dapprima di dissimulare la fuga sedendosi su una panchina come un qualsiasi frequentatore dei giardini per poi cercare di scappare in direzione opposta ai Carabinieri che si avvicinavano verso di lui.

I fatti

Subito fermato e portato in caserma per accertamenti, Abdellah Benstrati è stato tratto in arresto per tentata rapina. Il ragazzo classe 1999, già noto alle Forze dell’Ordine, intorno alle 12.30 era infatti salito a bordo di un autobus in sosta in piazzale Curiel dove aveva trovato una donna seduta in attesa che il pullman ripartisse. Sedutosi accanto all’ignara vittima, d’un tratto aveva cercato di appropriarsi del telefono cellulare che la donna 67enne stava utilizzando. Trovando però l’inaspettata resistenza della vittima, il 20enne non ha esitato a colpirla al volto con un pugno per tentare di portarle via quantomeno la borsa. La strenua opposizione della donna e le urla che avevano allertato l’autista dell’autobus avevano messo in fuga il malfattore che, vistosi scoperto, si era lanciato letteralmente fuori dal veicolo rovinando al suolo per poi però imbattersi nei Carabinieri lì prontamente giunti.