Maltrattamenti in famiglia, revenge porn e atti persecutori, i Carabinieri della Compagnia di Casale Monferrato hanno arrestato due persone.

Due arresti nell’Alessandrino

Nel corso degli ultimi giorni, in seguito all’applicazione della legge nr. 69/2019 denominata: “codice rosso o del revenge porn”, che garantisce maggiore tutela alle vittime di violenza sessuale, atti persecutori, maltrattamenti, diffusione non autorizzata di immagini sessualmente compromettenti e deformazioni dell’aspetto della persona mediante lesioni permanenti al viso, la Compagnia Carabinieri di Casale Monferrato, ha eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere.

Maltrattamenti in famiglia

I Carabinieri della Stazione di Ozzano Monferrato a conclusione degli accertamenti a seguito della denuncia presentata da una 36enne cittadina straniera, residente a Ozzano Monferrato, hanno arrestato il marito 37enne, con precedenti di polizia, poiché a partire dal 2015 si sarebbe reso responsabile di una serie di maltrattamenti nei confronti della propria coniuge.

Revenge porn e atti persecutori

I Carabinieri della Stazione di Ticineto Po a conclusione degli accertamenti a seguito della denuncia presentata da una 37enne di Valmacca, hanno arrestato un 45enne, con precedenti di polizia, residente in provincia di Pavia, poiché a partire dal maggio del 2019, momento in cui veniva interrotta la relazione sentimentale con la 37enne, si sarebbe reso responsabile di atti persecutori e diffusione di immagini sessualmente esplicite, senza il consenso della controparte.