Condannato a due anni e due mesi di reclusione per stalking.

Una relazione diventata un inferno

La vicenda risale a tre anni fa e la condanna arrivata ieri lunedì 9 settembre 2019, mette la parola fine a un incubo. Almeno dal punto di vista giudiziario. Infatti per la giovane cassiera di un bar ristorante di Serravalle Scrivia vittima della vicenda di stalking non sarà certo possibile dimenticare quanto subito.

Messaggi e foto a ripetizione per spaventarla

La relazione con Fabio Gallo, 34 anni, originario del Milanese ma trasferitosi nella provincia Cuneese era finita come finiscono tante relazioni. Era stata la giovane a decidere di lasciarlo. A spingerla il comportamento dell’uomo che si era concretizzato poi, dopo la fine del rapporto, con invio di messaggi e foto di lui nudo e in compagnia di pregiudicati. Il tono sempre più minaccioso e preoccupante.

Affrontato con violenza anche il nuovo fidanzato

Le minacce avevano riguardato anche il nuovo fidanzato della ragazza, un poliziotto. Gallo non tollerava che la giovane potesse aver intrapreso una nuova relazione.  Gallo aveva anche affrontato con durezza il poliziotto impugnando un coltellino svizzero.  Inevitabile, a questo punto il ricorso alle vie legali, conla costituzione di parte civile della ragazza e del poliziotto minacciato.  L’imputato era poi stato sottoposto a perizia psichiatrica, dalla quale era emersa la sua pericolosità, da cui l’obbligo di farsi curare in ua struttura di salute mentale già prima della condanna.

Leggi anche:  Maltempo a Casale, decine gli interventi dei vigili del fuoco