Un violento nubifragio con grandine, che rischia di mettere in ginocchio l’agricoltura Cuneese ed Alessandrina.

Vigneti e noccioleti gravemente danneggiati

La “bomba d’acqua” mista a grandine che si è abbattuta su una vasta zona dell’Albese e in parte dell’Alessandrinogiovedì 5 settembre 2019  rischia di compromettere seriamente la vendemmia 2019 e la raccolta nocciole. Sono i due appuntamenti che in queste giornate occupano il mondo agricolo dei due territorio.

Monitoraggio dei danni

I tecnici di Confagricoltura stanno monitorando attentamente  i danni provocati dalla pioggia, (oltre 70 millimetri in un’ora nella zona di Grinzane) e soprattutto dalla grandine.

Nei giorni scorsi si era parlato, per il vino, di un’annata qualitativamente  molto buona, anche se meno ricca dal punto di vista quantitativo.  I danni più rilevanti riguardano le aree del Dolcetto, la zona del Moscato, Valle Belbo e Tinella, fino ad Alba e alla zona del Barolo. Tutto questo ad oggi, non contando ulteriori problemi che potrebbero arrivare dal ripetersi dei fenomeni meteorologici di questa entità.