Fondazione Open si indaga anche ad Alessandria, ad opera della Guardia di Finanza.

Sosteneva l’attività di Renzi

La Fondazione ritenuta definita “cassaforte” renziana, chiusa nel 2018, operava per sostenre le iniziative politiche di Matteo Renzi nel periodo della sua ascesa ai vertici del Pd. Nell’indagine della procura di Firenze sulla Fondazione Open, coordinata dal procuratore aggiunto Luca Turco con il pm Antonino Nastasi, i magistrati ipotizzano i reati di traffico di influenze illecite, riciclaggio, autoriciclaggio, appropriazione indebita e false comunicazioni sociali.

Perquisizioni alessandrine

Le perquisizioni avrebbero riguardato a Firenze l’avvocato Alberto Bianchi, come ex  presidente della Fondazione Open, già perquisito nello scorso settembre e un commercialista fiorentino. Numerosi sono i finanziatori della Fondazione Open in tante città tra le quali anche Alessandria. Indagini poi a  Milano, Torino, Roma, Napoli, Parma, Bari, La Spezia, Pistoia e Modena. In tutte queste città sono in corso acccertamenti.