Ieri in serata Autostrade ha deciso la chiusura dell’A26 in entrata da Genova per le pessime condizioni di due viadotti sul tronco che unisce il capoluogo ligure ad Alessandria e Gravellona Toce.

AGGIORNAMENTO 9.44: Autostrada A26: riapertura prevista per le 12 di oggi

A Genova chiusa l’autostrada A26

I viadotti incriminati sono il Pecetti e il Fado. Una decisione presa dopo che la procura di Genova ha intimato la misura alla concessionaria del tratto autostradale. I due viadotti erano finiti nell’inchiesta sui falsi report e venuta alla luce dopo il crollo del Ponte Morandi

“Dalle 21.30 di oggi – si legge nel comunicato – sarà chiusa al traffico in entrambi le direzioni l’A26 compresa tra l’allacciamento con l’autostrada A10 e l’uscita di Masone. Tale misura viene assunta per consentire l’esecuzione di verifiche tecniche sui viadotti Fado e Pecetti”.

Per la A26 dalla A10 uscire a Pra e proseguire fino a Masone tramite la Sp 456 del Turchino. Per la A10 dalla A26 effettuare il percorso inverso. Veicoli pesanti: Per la A26 dalla A10 usare la A7. Per la A10 dalla A26 obbilgo deviazione sulla diramazione Pradosa Bettole, dalla quale con fermo temporaneo, sarà possibile proseguire verso Genova lungo la A7.

Leggi anche:  Meteo: nevicate in arrivo anche a bassa quota

Strade chiuse in Piemonte

In Piemonte è stata riaperta per fasce orarie la strada statale 659 “di Valle Antigorio e Val Formazza” nel tratto compreso tra le località Passo (km 24), nel comune di Premia, e Canza (km 36,400) nel comune di Formazza. Da domani, infatti, il tratto tornerà regolarmente percorribile nelle fasce orarie 6:30 – 8:30, 14:15 – 14:45, e 15:45 – 16:15 e 18:30 – 19:30. Nel tratto di strada compreso tra Canza (km 36,400) e Cascate Toce (km 41+700) permane invece l’interdizione al transito per pericolo valanghe.

Ancora chiusa la strada statale 25 “del Moncenisio” nei pressi del confine di Stato (dal km 67) a causa del rischio valanghe. Il proseguimento francese del Colle è già chiuso, come ogni anno, per la stagione invernale.

Chiusa per pericolo di valanghe anche la strada statale 21 “del Colle della Maddalena”, nel tratto compreso tra Argentera (km 51) e il confine francese, e la statale 33 “del Sempione” negli ultimi tre chilometri in prossimità del confine con la Svizzera. Previsto lo stoccaggio dei mezzi pesanti in direzione Sempione con uscita allo svincolo di Villadossola.