Salvini-Nutella: è risbocciato l’amore? Dopo le dichiarazioni di giovedì scorso l’ex vicepremier fa retromarcia: mangia pane e Nutella e chiede alla Ferrero prodotti italiani.

Salvini-Nutella: è risbocciato l’amore?

Dopo le polemiche generate dalla sua dichiarazione sul finire del comizio a Ravenna giovedì scorso Matteo Salvini fa retromarcia sulla Nutella e su Facebook scrive: “Dopo la denuncia che mi è arrivata da Carola Rackete, per addolcire la giornata, una fetta di pane e Nutella con una richiesta alla Ferrero: comprate ingredienti italiani, dallo zucchero alle nocciole, per aiutare i nostri agricoltori”.

LEGGI ANCHE: Salvini: “Ho scoperto che Nutella usa nocciole turche, non la mangio più” | VIDEO

La polemica

Rispondendo ad una signora giovedì scorso a Ravenna aveva detto:  “Sa che ho cambiato? Perché ho scoperto che la Nutella usa nocciole turche… e io preferisco aiutare le aziende che usano prodotti italiani. Preferisco mangiare italiano se posso scegliere, e aiutare gli agricoltori italiani perché ce n’è bisogno”. Subito la rete si era infiammata a difesa della Ferrero. In molti avevano sottolineato come la produzione nostrana di nocciole non basti a sopperire al fabbisogno di produzione della Nutella e che l’azienda dolciaria di Alba, oltre ad usare prodotti italiani ha intrapreso un progetto per impiantare in varie regioni, specie al Sud, nuovi noccioleti.

Leggi anche:  Il Collegio 4 ha chiuso i battenti: bene la pattuglia piemontese

“Voglio solo prodotti italiani”

Punzecchiato sulla questione “Nutella e nocciole italiane” Salvini a risposto chiedendo alla Ferrero di usare prodotti italiani e anche “zucchero italiano”.

Salvini ci ripensa

Insomma Matteo Salvini ci ha ripensato? Ieri sera aveva pubblicato sui social anche un altro post con una foto che lo ritraeva accanto a dei barattoli di Nutella (e non solo) in un supermercato e la frase “Spesa per la cena dei bimbi, si arriva al dolce! Buon venerdì a tutti