Sequestrati immobile, autovettura e soldi al “falso dentista”

La Guardia di Finanza di Nizza Monferrato, nei giorni scorsi, applicando una misura di prevenzione patrimoniale emessa dal Tribunale di Torino, richiesta della Procura della Repubblica di Alessandria, ha sequestrato a un 55enne, “falso dentista” di Acqui Terme, un immobile adibito a studio medico, una autovettura e circa 100 mila euro depositati nei conti personali, per un valore complessivo di circa 216mila euro.

Complici alcuni medici

Il 55enne riceveva e curava i pazienti ad Acqui Terme ma lo studio era intestato ad un medico di Nizza, città dalla quale è partita l’indagine. Il sequestro eseguito dai finanzieri, con la collaborazione delle Fiamme gialle alessandrine, è la conclusione di un’indagine nata a gennaio 2018 quando il “falso dentista”, era stato denunciato poiché, con la compiacenza di alcuni medici, esercitava la professione medica senza aver mai ottenuto la laurea e con le sole capacità professionali di “odontotecnico”.

Preso in flagrante

In collaborazione con le Fiamme Gialle di Alessandria, i colleghi nicesi hanno accertato che l’odotontotecnico, molto noto e apprezzato da un largo giro di pazienti acquesi, fosse già stato denunciato a partire dal 1995 (e a suo carico ci fossero già condanne) proprio per l’esercizio abusivo della professione.

Leggi anche:  Birra tedesca ritirata dal mercato per rischio chimico

L’ultima denuncia è di due mesi fa, quando è stato nuovamente colto in flagrante, dai finanzieri di Nizza, a curare un paziente in un prestigioso studio nella centralissima via di Acqui Terme.

Come verificare se il dentista è abilitato a curarci

La Finanza conferma che l’indagine non è ancora chiusa e che ora la ricerca è rivolta ad individuare i tanti pazienti che  si rivolgevano al falso dentista, spesso attirati dai prezzi inferiori a quelli normalmente praticati dagli studi dentistici professionali regolari, eppure la verifica oggi è abbastanza semplice e alla portata di ogni paziente verificare i requisiti professionali dei medici e dentisti a cui ci si rivolge grazie al portale Ordine degli Odontoiatri.