Occorrerà pazientare ancora per gli alessandrini che subiscono i cattivi odori dal depuratore degli Orti.

Spandimenti agricoli

Gli odori nelle ultime settimane si sono sommati anche a quelli degli spandimenti di concimi agricoli nel territorio adiacente. I lavori nel depuratore hanno preso il loro tempo. I tensioattivi passano attraverso l’impianto che è infase di riassestamento.

Aumento del flusso

Il problema si era aggravato con i reflui degli abitanti della Fraschetta confluiti nell’impianto degli Orti. Il depuratore predisposto per 75 mila abitanti equivalenti, arriva ora  a 110 mila. Ora con l’abbassamento delle temperature, come sottolineato da Arpa, la situazione dovrebbe gradualmente migliorare. Arpa continua però a monitirare la situazione.